La rigenerazione della favela Cantagalo Rio de Janeiro, l’ascensore Rubem Braga, Ricezione e risultati

//
nelle foto in galleria:
L'ascensore Rubem Braga dello studio d'architettura brasiliano JBMC Arquitetura e Urbanismo. Foto da https://www.floornature.it/

Cantagalo e Pavão-Pavãozinho sono due favelas costruite sulle colline tra due dei quartieri più ricchi di Rio de Janeiro: Ipanema e Copacabana. Secondo il Master Plan per Rio de Janeiro, una favela è “un’area prevalentemente abitativa, caratterizzata dall’occupazione di terreni da parte di popolazioni a basso reddito, infrastrutture e servizi pubblici precari, percorsi di accesso stretti e irregolari, di forma e dimensioni irregolari trame e costruzioni non registrate, in violazione degli standard legali ”(SMU, 1993). Secondo i dati del censimento del 2000, la popolazione combinata dei due quartieri era di 20.000, ma i numeri più recenti sono circa 28.000.

Come possiamo vedere dalla topografia delle comunità, l’accessibilità è problematica. Fino a poco tempo, i residenti dovevano scendere una serie di scale e pendii fangosi per andare da casa a lavorare nel centro della città. I problemi di accessibilità limitano l’accesso della polizia e della comunità a Cantagalo e Pavao-Pavaozinho e limitano l’accesso dei residenti di queste favelas ai posti di lavoro e ai servizi del centro cittadino. Tutto ciò contribuisce a un continuo impoverimento di queste comunità. Nel 2003, il governo municipale ha considerato la regione una “Area di interesse sociale speciale” ai sensi della legge 3.688, e sono seguiti diversi importanti progetti infrastrutturali. Nel 2009, il nuovo Ipanema / Gen. La stazione della metropolitana Osorio è stata aperta al pubblico – in precedenza, l’ultima fermata della linea arancione era stata a Copacabana, a est. Il prossimo anno,

Progettazione ed esecuzione

L’ascensore Ruben Braga è costituito da due torri, una alta 64 metri, l’altra 23 metri, collegate da una passerella di 48 metri. Collega le favelas alla fermata della metropolitana Praça General Osorio e comprende un belvedere alto 23 piani di Ipanema e Copacabana concepito come destinazione turistica. Il progetto è stato finanziato dalla Banca nazionale per lo sviluppo economico e sociale (BNDES) per una stima di 40 milioni di R $ (circa 25 milioni di dollari americani).

Ricezione / Risultati:

L’ascensore Rubem Braga come progetto è interessante per la sua specificità. È una soluzione alla giustapposizione definita “Rio” di estrema ricchezza e povertà e all’altitudine che le separa. È importante notare che altri Morros a Rio de Janeiro sono stati recentemente completamente bonificati e le loro popolazioni sono state trasferite in comunità nell’estremo nord dove il lavoro è molto meno accessibile. In questo senso, la costruzione di questo imponente progetto può essere vista come un messaggio ai residenti di Cantagalo e Pavao-Pavaozinho che saranno in grado di mantenere le loro case.

Inoltre, è importante notare che questo progetto si basa sulla reputazione di Ipanema come destinazione turistica per il suo finanziamento. Il belvedere di Mirante Da Paz in cima alla torre attira gli affari nell’area e aiuta a compensare l’enorme costo di produzione sostenuto dal progetto. Dall’apertura della stazione della metropolitana e dell’ascensore, Praca Gen. Osorio, la piazza alla base dell’ascensore, ha avuto una sorta di boom. I proprietari di attività commerciali locali puntano alla pulizia, a una migliore sicurezza e a triplicare gli affari come segnali che l’area sta guadagnando terreno. Il Rio Times riporta che gli imprenditori ora contano come clienti i residenti delle favelas, cosa che prima era considerata improbabile.

L’ascensore serve oltre i 4.000 pedoni nei giorni feriali e migliora drasticamente l’accessibilità ai disabili alle favelas. Combatte lo stigma della povertà mettendo fianco a fianco turisti e residenti delle favelas e indica ai proprietari di abitazioni informali che la loro precarietà non è a rischio.

 

Articolo tratto da Trancity

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Previous Story

Suzanne Simard le piante dialogano sottoterra attraverso un organismo complesso

Next Story

Nessun Artista In Particolare : Michelangelo Mercuri

Latest from Architettura

DAL BLOG DE LA CENTRALE DELL' ARTE 

Promotore ufficiale del progetto dei giardini Urbani diffusi
Sottoscrivi ora
close-link