//

Il Mondo è Ingiusto, Oscar Niemeyer

#ritrovanze #biblioteca
“L’architetto Brasiliano Oscar Niemeyer (Oscar Ribeiro de Almeida Niemeyer Soares Filho) posing outside of Palazzo Mondadori. The Italian publisher Giorgio Mondadori has commissioned the architect to build the new headquarters of Gruppo Mondadori. Segrate, 1968 (Photo by Mondadori Portfolio via Getty Images)”
A 104 anni di età, Oscar Niemeyer trova il tempo per consegnarci un’ultima, grande riflessione sulla vita:
Quando mi guardo alle spalle penso che il mondo è ingiusto e la nostra società deve cambiare. I poveri devono diventare meno poveri e i ricchi meno ricchi
Una filosofia che Niemeyer, protagonista assoluto di quasi un secolo di architettura, ha distillato e trasfuso nel suo lavoro, da sempre orientato a migliorare la società, perché “l’architettura è solo un pretesto. Importante è la vita, importante è l’uomo, questo strano animale che possiede anima e sentimento, e fame di giustizia e bellezza”. “Ognuno deve fare la sua parte, rischiare, avere idee, inventare” solo così, attraverso la fantasia, la sorpresa, la creatività possiamo immaginarci un mondo migliore e disegnarlo intorno a noi.
L’uomo che nel 1960 progettò una nuova capitale per il suo Paese, la futuristica città di Brasilia, in questo libro carico di speranza, forza e vitalità ci spiega che il mondo può ancora cambiare. Ma dipende solo da noi.

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Latest from Appunti