/

Wendy Carlos: pioniera della musica elettronica e pioniera transgender

Start

In occasione della festa della donne in questa epoca transitiva, di transizioni e contraddizioni non potevamo non omaggiare un personaggio straordinario e leggendario.

Wendy Carlos influente musicista elettronica e compositrice di colonne sonore, nonché pioniera transgender. È nata a Rhode Island il 14 novembre 1939 come Walter Carlos nome con il quale registrò il primo album, vincitore di tre Grammy, Switched-On Bach  secondo album di musica classica a diventare disco di platino e primo ad usare dei sintetizzatori nella musica classica.

Switched-On Bach utilizzava il sintetizzatore di Robert Moog, nuovo strumento per il 1968. Nel video sotto Carlos spiega il funzionamento del sintetizzatore Moog

La registrazione dell’album risultava  noiosa poiché il sintetizzatore utilizzato era un dispositivo monofonico (poteva suonare solo una nota alla volta), a differenza dei moderni pianoforti elettronici che possono suonare accordi. Ciò significava che, per registrare con successo la musica di Bach, Carlos doveva registrare più riprese di ciascuna voce e poi sovrapporre le riprese l’una sull’altra per creare l’armonia della musica di Bach. Questo processo richiedeva la massima precisione per produrre una registrazione di qualità.

Sebbene il sintetizzatore Moog non sia stato il primo sintetizzatore mai creato, è stato il primo a sperimentare un successo commerciale e Wendy Carlos ha contribuito in modo importante a questa popolarità. Parte di ciò che ha reso i sintetizzatori così affascinanti durante gli anni ’60 e ’70 è che i dispositivi creavano vibrazioni (onde sonore) esclusivamente attraverso circuiti elettronici, a differenza delle chitarre elettriche, che hanno un dispositivo sensoriale chiamato pickup che legge le vibrazioni dalle corde e quindi converte questa lettura in segnali elettrici inviati a un amplificatore. Diamo per scontato che gli strumenti a tastiera elettronica siano all’ordine del giorno, ma negli anni ’60 i sintetizzatori erano davvero innovativi.


Carlos ha sempre avuto un talento per la scienza e ha iniziato i suoi studi universitari come specialista in fisica prima di passare alla musica. Il suo amore per la scienza, combinato con la sua innata creatività, probabilmente l’ha portata al sintetizzatore. In seguito ha continuato a comporre e registrare altri undici album che consistevano in una combinazione di opere precedentemente composte reinventate per sintetizzatore e composizioni originali dalla stessa Carlos.
Ha anche composto colonne sonore per tre film di grande successo: Arancia Meccanica (1971), Shining (1980) e Tron (1982), l’ultimo dei quali combinava musica elettronica con musica orchestrale.

La transizione di genere

Dopo il successo del suo primo album, Walter decise di completare il percorso di transizione sessuale sottoponendosi ad un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso nel maggio 1972. Carlos si rese conto della sua disforia di genere in tenera età, ricordando:

“Avevo circa cinque o sei anni … Ricordo di essermi convinto di essere una bambina, preferendo di gran lunga i capelli lunghi e i vestiti delle ragazze, e non sapendo perché i miei genitori non lo facevano. lo vedo chiaramente “.

Mentre era alla Brown , uscì con una ragazza “ero così gelosa di lei che ero fuori di me”. Qualche tempo dopo essere entrata alla scuola di specializzazione ( Columbia University ) nell’autunno del 1962, incontrò per la prima volta studi su questioni transgender , il che le spiegò cosa si sentiva. Nell’estate del 1966 il sessuologo di New York e pioniere del transgender Harry Benjamin pubblicò il suo libro fondamentale The Transsexual Phenomenon, e nell’autunno del 1967

All’inizio del 1968 Carlos aveva iniziato i trattamenti di sostituzione ormonale sotto le cure di Benjamin, che iniziarono a modificare il suo aspetto. Prima di un’esibizione dal vivo di estratti dall’album con la St. Louis Symphony Orchestra, Carlos era terrorizzato all’idea di apparire in pubblico. Ha pianto nella sua camera d’albergo e se n’è andata indossando finte basette e una parrucca da uomo, e si è tirata la barba sul viso con una matita per le sopracciglia per travestirsi da uomo. Carlos fece la stessa cosa quando incontrò Kubrick e per un’apparizione al The Dick Cavett Show nel 1970.

Carlos ha rivelato il suo status di transgender in una serie di interviste con Arthur Bell tenute tra il dicembre 1978 e il gennaio 1979 e pubblicate nel numero di maggio 1979 della rivista Playboy . Ha spiegato che Playboy era “sempre stato preoccupato per la liberazione, e [ero] ansioso di liberarmi”.
Nel 1985, Carlos parlò della reazione alla sua transizione:

“Il pubblico si è rivelato incredibilmente tollerante o, se lo si desidera, indifferente … Non c’era mai stato bisogno che questa farsa avesse avuto luogo. si è rivelato un mostruoso spreco di anni della mia vita. “

Il primo album pubblicato dopo l’intervista a Playboy, Switched-On Brandenburgs (1980) e tutte le successive pubblicazioni e riedizioni sono state pubblicate sotto il nome di Wendy.

A Wendy, perchè il genio non ha genere

 

 

 

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Previous Story

Federico Mazzei da Cosenza a Bogotà, andata e ritorno, ballando con Shiva

Next Story

Artigianato Urbano e Rigenerazione

Latest from Musica

DAL BLOG DE LA CENTRALE DELL' ARTE 

Promotore ufficiale del progetto dei giardini Urbani diffusi
Sottoscrivi ora
close-link