Robot Laputini a difesa dei giardini

//

Nel film giapponese Laputa: Castle in the sky, la nazione galleggiante dell’isola di Laputa era protetta da grandi robot umanoidi di notevole potenza e con braccia lunghissime che dalle spalle raggiungono il pavimento quando sono in piedi. Queste macchine da combattimento eranp disposti a guardi dei giardini e delle abitazioni di Laputa.
I loro corpi resistenti con grandi occhi forniti di raggi laser e le braccia costruite con materiale malleabile a tal punto da consentire loro di planare.

Avermo forse bisogno di essere sostituiti e difesi nel prossimo futuro da creature create, appunto, per salvaguardare noi e i nostri amati giardini.

Grazie a Karl Chu e Masatake Matsubara per la foto

 

Lo studio Ghibli Museum di Mitaka, in Giappone ne conserva una statua a grandezza naturale di un robot laputino, nella foto in costruzione.

Francesco De Rose

Architetto, designer e animatore de "lacentraledellarte.org".

Antonio Piccolo
Previous Story

Vivere all'aria aperta ed imparare dalla natura. L'eco-learnig

Next Story

L'ospedale Volante open source Carlo Ratti. CuraPOd

Latest from Arte

DAL BLOG DE LA CENTRALE DELL' ARTE 

Promotore ufficiale del progetto dei giardini Urbani diffusi
Sottoscrivi ora
close-link