Modelli di partecipazione: il compostaggio comunitario? la lezione di David Buckel [VIDEO]

///
David BuckeL, spiega come costruire un'andana. Questo metodo viene utilizzato per produrre un ricco composto per la comunità locale. Per ulteriori risorse sul compostaggio, controlla questo link: Clicca QUIShot and edited by Steven Zeisler.

Dopo essersi ritirato dall’incarico di avvocato per i diritti civili, David è stato fondamentale nello sviluppo di vari siti di compostaggio della comunità a New York, con esperienza in conformità alle normative, fattorie urbane e configurazione delle operazioni per ottimizzare il supporto / partecipazione della comunità e la sostenibilità ambientale. È diventato il coordinatore del sito di compost per il NYC Compost Project ospitato dal Brooklyn Botanic Garden. Situato presso la Red Hook Community Farm a Brooklyn, il sito di compost è il più grande degli Stati Uniti che lavora interamente con risorse rinnovabili (solare, eolica, energia umana).
David era un maestro compositore e un maestro nel coordinamento dei volontari. Ha gestito fino a 2.000 volontari all’anno che hanno aiutato a lavorare a mano più di 150 tonnellate di materiale compostabile. Con un focus sulle comunità a basso reddito, ha sviluppato il sito di Red Hook in uno dei siti di compostaggio urbano meglio gestiti e di maggior successo negli Stati Uniti e tutti senza macchine a combustibili fossili, qualcosa di cui era particolarmente orgoglioso. Ha creato un modello per i quartieri con risorse insufficienti per mantenere i loro prodotti organici a proprio vantaggio, rendendo più ecologici i luoghi in cui vivono con cibo, bellezza e tutela ambientale più sani.

David ha utilizzato il sito di compost di Red Hook per offrire formazione e programmazione di competenze per adolescenti e giovani adulti provenienti da alloggi pubblici. Ha usato pratiche agricole tradizionali come il compostaggio e la produzione alimentare come piattaforma per responsabilizzare i giovani della comunità e collegarli a questioni di giustizia ambientale più ampie e universali come il cambiamento climatico. Ha presentato il tema del compostaggio comunitario a conferenze locali e nazionali e ha pubblicato sulla rivista mensile nazionale dell’industria del compost.

Ha contribuito a sviluppare i principi chiave del compostaggio comunitario ed è stato parte integrante del mio rapporto 2014, Growing Local Fertility: A Guide to Community Composting , scrivendo la sezione “Perché la partecipazione e l’istruzione della comunità sono una componente necessaria del compostaggio comunitario?”

Perché la partecipazione e l’istruzione della comunità sono una componente necessaria del compostaggio comunitario?

di David Buckel, Red Hook Community Farm, Brooklyn, NY

Pagina 12 del rapporto ILSR 2014, Growing Local Fertility: A Guide to Community Composting

Il coinvolgimento dei membri della comunità nel lavoro [del compostaggio] ha molte caratteristiche positive. Primo, per alcuni siti potrebbe essere l’unico modo per portare a termine il lavoro. In secondo luogo, il compostaggio comunitario è un’opportunità insolita nel mondo del riciclaggio per le persone di creare qualcosa di valore per la loro comunità con le proprie mani. Dopo aver visto da vicino come il cibo e gli altri scarti si trasformano in oro nero per rendere verdi le loro strade, i parchi, gli orti scolastici e le fattorie urbane, molti partecipanti si allontanano pensando “come possiamo non farlo il più possibile?” Pertanto, molti compositori di comunità credono che il loro lavoro sia la porta d’accesso ai più grandi regni del riciclaggio e della sostenibilità. Lavorare per questo obiettivo più ampio aiuta a generare più leader e aiutanti in una comunità desiderosa di dedicare il tempo e gli sforzi extra necessari per il successo del compostaggio della comunità. Molti partecipanti apprezzano anche l’opportunità di costruire una comunità forgiando nuove relazioni nel sito di compostaggio che può ampliare le reti di supporto e innescare un’azione collettiva su altre questioni di interesse nella comunità. E a livello micro, raccogliendo una massa di materiali per estrarre sostanze inorganiche – come legami elastici, elastici e adesivi – sviluppa una cultura di consapevolezza riguardo alla separazione alla fonte per tutte le forme di riciclaggio. Inoltre, la partecipazione e l’educazione della comunità possono essere strumentali per persuadere i funzionari e le fondazioni cittadine che i fondi dei contribuenti e privati ​​sono spesi in modo appropriato per il compostaggio della comunità, sebbene allo stesso tempo sia importante che i siti sviluppino anche flussi di entrate per garantire una sostenibilità finanziaria diversamente solida (es. addebiti per input o per prodotto finito). Tutto ciò non è per diminuire il valore di un sito di compost che semplicemente devia le risorse organiche dalla discarica, senza partecipazione ed educazione della comunità, perché anche il puro vantaggio per l’ambiente per le generazioni future fa parte della logica del compostaggio comunitario. Ma per ispirare leader / aiutanti, persuadere potenziali finanziatori e altrimenti promuovere una più ampia gestione dell’ambiente attraverso tutte le forme di riciclaggio, la partecipazione della comunità e l’istruzione sono una componente necessaria del compostaggio comunitario.

Qui di seguito riportiamo una scheda che lo stessa Buckel ha elaborato per spiegare il compostaggio

Il compostaggio può avvenire a molti livelli – cortile, isolato, quartiere, cortile scolastico, comunità e regionale – e nelle aree urbane, suburbane e rurali. Esistono molti metodi e dimensioni.
Strutture centralizzate su larga scala possono servire vaste aree geografiche e deviare dallo smaltimento quantità significative di materiali organici. Il compostaggio a livello locale a livello di quartiere o di comunità produce molti altri vantaggi: inclusione sociale e responsabilizzazione, quartieri più verdi, suoli locali migliori, maggiore sicurezza alimentare e meno deserti alimentari, meno traffico di camion che trasportano immondizia, più posti di lavoro locali e maggiore know-how sul compostaggio e competenze all’interno della forza lavoro locale che vengono rafforzate nella generazione successiva. Quando il compostaggio è su piccola scala e locale, la partecipazione e l’istruzione della comunità possono prosperare. Quando i materiali vengono raccolti e trasportati fuori dalla comunità per la lavorazione, pochi o nessuno di questi benefici vengono realizzati a livello locale. Inoltre, le operazioni su scala comunitaria possono passare dall’idea all’operazione in un lasso di tempo relativamente breve. E il compostaggio comunitario può creare un supporto fondamentale e la partecipazione ai futuri programmi di recupero degli scarti alimentari in tutta la città.

 

Principi guida del compostaggio comunitario:

  1. Risorse recuperate: i rifiuti sono ridotti; avanzi di cibo e altri materiali organici vengono deviati dallo smaltimento e compostati.
  2. Locale e circuito chiuso: i materiali organici sono una risorsa della comunità e vengono generati e riciclati in compost all’interno dello stesso quartiere o comunità.
  3. Materiali organici restituiti al suolo: il compost viene utilizzato per migliorare i suoli locali, sostenere la produzione alimentare locale e preservare l’ecologia naturale migliorando la struttura del suolo e mantenendo i nutrienti, il carbonio e i microrganismi del suolo.
  4. Su scala comunitaria e diversificata: l’ infrastruttura di compostaggio è diversificata, distribuita e sostenibile; i sistemi sono scalati per soddisfare le esigenze di una comunità auto-definita.
  5. Comunità impegnata, responsabilizzata e istruita: la programmazione del compost coinvolge ed educa la comunità nel pensiero dei sistemi alimentari, nella gestione delle risorse o nella sostenibilità della comunità, fornendo soluzioni che consentono a individui, aziende e istituzioni di catturare i rifiuti organici e conservarli come risorsa della comunità.
  6. Supportato dalla comunità : si allinea con gli obiettivi della comunità (come terreni sani e persone sane) ed è supportato dalla comunità che serve. È vero anche il contrario; un programma comunitario di compostaggio sostiene il benessere sociale, economico e ambientale della comunità.

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Previous Story

Umberto Pasti il paesaggista, botanico e antiquario che ha salvato migliaia di piante in Marocco [VIDEO]

Next Story

Come vivere per e con le erbe selvatiche? La lezione di Noris Cunaccia

Latest from #questibarbari

DAL BLOG DE LA CENTRALE DELL' ARTE 

Promotore ufficiale del progetto dei giardini Urbani diffusi
Sottoscrivi ora
close-link