Concorsi di architettura in Italia una chimera. Questo progetto vi piace?

in Architettura di
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Senza dubbio di concorsi in Italia se ne fanno pochi, quasi zero per dire il vero. Ma quando si bandiscono concorsi gli esiti, a mio parere, non sono dei migliori. Qualche tempo fa ho letto una recensione su Mario Cucinella che lo descriveva come uno degli architetti migliori tra gli italiani, ma a ben guardare un suo progetto, quello della chiesa di Santa Maria Goretti a Mormanno Calabro (CS), mi sovviene qualche dubbio. Sfogliando il progetto mi soffermo a pensare su quale criterio il Cucinella vien giudicato il migliore tra tutti noi architetti italiani.
Il progetto  vincitore del concorso”Progetto Pilota”, indetto dalla C.E.I  (Conferenza Episcopale Italiana) nel 2011, non sembra avere le caratteristiche di un opera ben riuscita e a mio avviso non possiede le caratteristiche di un progetto pilota. Un progetto, così detto, pilota dovrebbe contenere caratteristiche innovative tali da rappresentare un esempio per altri progetti futuri, caratteristiche tali da rappresentare un unicum esemplificativo per le architetture a venire, in questo caso ecclesiastiche. Qui ci troviamo difronte ad un esempio però datato già al momento della sua progettazione.
La Sagrada Familia è si un progetto pilota!!! Innovativo fin sopra la punta delle sue guglie e insuperabile nelle innovazioni tecniche. Dopo aver visto il capolavoro di Gaudì è impossibile trovare altri riferimenti idonei per poter giudicare l’architettura ecclesiastica.
Se non all’estremo opposto rispetto all’estetica dell’architetto catalano, dove troviamo esempi più vicini ai nostri giorni che possiamo considerare “pilota”, uno su tutti La Chiesa della Luce di Tadao Ando innovativa nel suo minimalismo religioso, difficile da superare nel rigore e nella poetica. Due esempi estremi, certo, ma dai quali è difficile prescindere nell’atto di progettare una chiesa.

Ristornando a Cucinella e alla sua chiesa, ci chiediamo quali criteri abbiano pesato sulla scelta?  La chiesa di Santa Maria Goretti è forse innovativa nella sua forma? Contiene criteri di autosufficienza energetica e sostenibilità innovativi?  Cosa la rende progetto pilota?
E qui si ricade quindi nel pensiero negativo, forse anche passatista, ma di sicuro frustrante :
Anche quando nel nostro paese si fanno concorsi i risultati son pessimi e sembrano esser corrotti. Sarà così?

 

(…CONTINUA)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Le ultime da

Casinò di Constanza

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.Progettato da Daniel Renard
Vai Su

Nome

E-mail

Attenzione!
Ti garantiamo pochissime e-mail mensili e niente spam.