//

VATA: l’invenzione di un frigorifero senza elettricità ispirata al principio del “frigo del deserto”

Un team di studenti malgasci sta riprendendo il principio del frigorifero del deserto nel VATA, vincitore di un premio per l'innovazione, che non funziona con l'elettricità, ma con l'energia solare.

L’Orange Summer Challenge è una competizione che consente ai giovani studenti di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative beneficiando di partner rinomati. Durante l’edizione 2022 , svoltasi nel mese di ottobre, sono stati notati diversi progetti innovativi. E, tra questi, il VATA, un frigorifero ispirato ai “frigoriferi del deserto” che funziona senza elettricità . In un momento in cui la terra si sta riscaldando e in cui l’elettricità a volte è inaccessibile, o troppo costosa, il progetto degli studenti malgasci ha suscitato molto interesse, beneficiando anche del sostegno di molte aziende private. Scopri il VATA ma anche cos’è un frigorifero da deserto.

Cos’è esattamente la VATA?

Il progetto ideato dagli studenti malgasci mira a permettere agli agricoltori di immagazzinare i loro prodotti alimentari senza elettricità . Il VATA si ispira al frigo del deserto e funziona grazie a un meccanismo di evaporazione dell’acqua , che permette di ottenere una temperatura di circa 10° C nel frigorifero. Uno degli studenti membri del team spiega che il VATA funziona su un principio di termodinamica.

Cos’è un frigorifero da deserto?

Per comprendere il principio di VATA, devi prima di tutto sapere come funziona un cosiddetto frigo da deserto . Questo funziona senza elettricità e generalmente è composto da un vaso di terracotta grande e uno più piccolo che viene posto all’interno di quello grande. Lo spazio tra le due pentole viene quindi riempito di sabbia, quindi il frigorifero deserto con un panno umido. Per mantenere una temperatura più fresca, la sabbia deve poi essere bagnata con acqua, che può essere recuperata ad esempio dall’umidità dell’aria. Un frigorifero convenzionale richiede elettricità e refrigerante; per il frigorifero del deserto, hai solo bisogno di energia solare.

 

Quindi, come funziona un frigorifero da deserto?

È quindi il principio della termodinamica che entra in gioco ed è in definitiva molto semplice: il calore del sole farà evaporare l’acqua che si trova nella sabbia e assorbirà il calore dell’aria del vaso più piccolo. E di conseguenza abbassa la temperatura all’interno del pentolino, che funge da conservante. È possibile abbassare la temperatura da 5 a 20° C a seconda della temperatura esterna.

Come funziona il Desert Frigo.
Come funziona il Desert Frigo. Credito fotografico: ens-lyon.fr

Come funziona VATA

Ora che sai come funziona un frigo da deserto , torniamo al principio di funzionamento del VATA, che i progettisti presentano come una capsula di conservazione in grado di funzionare senza fonte di energia elettrica. Il suo vantaggio è che è molto più grande di un frigorifero da deserto fatto in casa. Permette di conservare soprattutto frutta e verdura, alimento base di certi luoghi che non hanno accesso all’elettricità… In linea di principio, è realizzato con una grande scatola di terracotta, nella quale viene inserita della sabbia che raffredderà all’interno della struttura. Uno dei designer dice che più fa caldo fuori, più fa freddo dentro . E ha un’altra arma segreta, poiché è collegato a un’applicazioneche permette di monitorare gli alimenti inseriti all’interno, al fine di consumarli prima che scadano.

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Latest from DesignZero