Architetti: Evgeni Leonov ArchitettiLocalità: Nottingham, Regno Unito Direttore creativo: Evgeni Leonov Concorso: Isover 2012

Isover Multi-Comfort House, Nottingham (2012)

/

Con la sfida di creare rigenerazione e sviluppo della comunità nel bacino di Trent, Nottingham, Regno Unito, che soddisfa i requisiti delle case passive, la prima proposta vincitrice del concorso Isover Multi-Comfort House si concentra sulla minimizzazione del rapporto A/V dell’edificio.
Progettato da Evgeni Leonov Architetti, la forma dell’uovo è usata come ispirazione per questo progetto poiché l’uovo è conosciuto come una delle forme più efficienti dal punto di vista energetico della natura.

Sotto l’attuale pressione economica, le città non sono più in grado di svilupparsi come una volta, soprattutto nella rigenerazione di aree industriali inutilizzate, che sono diventate sempre più richieste per mancanza di alloggi e infrastrutture. Sebbene vicine, rappresentano aree disconnesse dai centri cittadini. Considerando che l’espansione della città e i grandi progetti di rigenerazione rimangono come masterplan non realizzati a causa della carenza di fondi pubblici e della mancanza di incentivi alle iniziative private, ora è una sfida ideare schemi che potrebbero innescare una rigenerazione progressiva in armonia con le strutture urbane esistenti.

Dal punto di vista ambientale, grandi quantità di infrastrutture e molti edifici, che avrebbero potuto essere adottati e riutilizzati, sono stati distrutti. La distruzione del patrimonio e della memoria, il costo ambientale della demolizione intenzionale e la scala, la velocità di costruzione e la brutalità del nuovo sono il più delle volte troppo da essere accettate dalla comunità. Pertanto, rivitalizzare parti della città che necessitano di riparazione, che necessitano di guarigione sta diventando sempre più importante.

Minima superficie esterna significa minime perdite di calore. La forma a uovo è usata come ispirazione per questo progetto. Come è noto, l’uovo è una delle forme più efficienti dal punto di vista energetico della natura. Per ridurre al minimo il rapporto A/V, abbiamo bloccato le case insieme, collegato i muri, scelto dimensioni efficaci, eliminato gli angoli, utilizzando la forma a uovo nella sezione e adottato la forma per il sito. Il risultato è un rapporto A/V due volte ridotto (0,39). I materiali Isover utilizzati nella proposta consentono di soddisfare gli standard della casa passiva: la richiesta di calore annuale specifica per l’edificio è di soli 3,33 kwh/m2.

Un’altra caratteristica della proposta è la progettazione di un quartiere sostenibile. Il nucleo della comunità locale è pianificato al centro dello sviluppo. Il nucleo è uno spazio ricreativo comune a tutte le persone che vivono nel quartiere. Il parco giochi comune, la piscina, il giardino e il parcheggio sotterraneo comune sono una soluzione conveniente e anche il luogo di comunicazione e socializzazione tra i vicini.

Vantaggi comunitari sostenibili: assenza di auto all’interno dell’isolato, parcheggio sotterraneo comune con ingresso comune, opportunità comuni di svago – piscina, giardino, parco giochi, ambiente sostenibile per la vita comune, il lavoro e la socializzazione, Servizi integrati in alcune abitazioni: negozi, gallerie, uffici, spazio comune per pic-nic e feste, asilo nido comune in palazzo storico di Trent Villa.

The Barbarian

Mappatori e giardinieri dei giardini Urbani diffusi. Profilo del gUd | team

Previous Story

Salone di Milano quest'anno slitta a Giugno

Next Story

Il restauto del Monastero di Sümela, uno dei centri turistici più importanti della Turchia.

Latest from Architettura

Eden Project. Regno Unito

sito ufficiale del progetto: www.edenproject.com L’Eden Project è un complesso turistico in Cornovaglia nel sud-ovest del Regno Unito, a circa